Didattica per progetti

Posted by castronuovo on Nov 28, 2009 in Didattica |

La didattica per progetti pone lo studente di fronte a problemi reali che devono essere risolti attivando una serie di capacità non necessariamente legate alle discipline.

In particolare ogni progetto per essere definito tale deve avere alcune caratteristiche:

  • Avere un inizio ed una fine ben stabilita.
  • Avere un approccio multi-interdisciplinare.
  • Si conclude con la produzione di un manufatto o di un elaborato originale
  • Coinvolge gli studenti nella definizione del percorso e della metodologia di lavoro
  • Coinvolge gli studenti nella ricerca dei criteri di valutazione
  • Avere una durata di relativamente lunga (almeno un mese)

 

Ma come si valuta un progetto?

Si tratta di un compito estremamente delicato e per un tipo di didattica come quella proposta per “Problemi e progetti”  se volessimo giudicarli secondo i canoni della tradizionale metodologia docimologica, cadremmo in un grave errore. Sorge dunque la necessità di fare “una valutazione autentica” per poter valutare non più le conoscenze ma le prestazioni degli studenti. A tal fine si propone l’utilizzo delle Rubric costruite insieme ai ragazzi.

Riporto di seguito un esempio di rubric.

  0 punti 1 punto 2 punti 3 punti Punteggio Gruppo
PREPARAZIONE Il gruppo non è in grado di fare la presentazione nel giorno fissato e vuole ulteriore tempo Il gruppo richiede tempo in più pèer estendere il soggetto e presentarlo in unu giorno successivo Il gruppo non richiede tempo in più ma la presentazione non è finita e/o mostrea evidenti problemi irrisolti Il gruppo è preparato per il girno prefissato  
RISPETTO DEI TEMPI I tempi a disposizione non sono rispettati, la presentazione risulta troppo corta creando di conseguenza momenti vuoti I tempi a disposiazione non sono rispettati la presentazione risulta troppo lunga e richiede drastici tagli ai contenuti I tempi a disposizione sono rispettati gli eventuali aggiustamenti non modificano in modo sostanziale l’equilibrio complessivo della presentazione I tempi a disposizione sono rispettati pienamente, nessun aggiustamento è pertanto necessario  
CORRETTEZZA FORMALE Nella presentazione compaiono 5/6 errori di grammatica e /o ortografia Nella presentazione compaiono 3/4 errori di grammatica e /o ortografia Nella presentazione compaiono 1/2 errori di grammatica e /o ortografia Nella presentazione non compaiono errori di grammatica e /o ortografia  

 

  0 1 2 3 STUD 1 STUD 2 STUD 3 STUD 4
Comprensione argomento del progetto Lo studente non ha compreso gli scopi del progetto Lo studente non ha trovato un soggetto rispondente ai requisiti minimi Lo studente ha trovato un soggetto rispondente ai requisiti minimi Lo studente ha trovato un soggetto rispondente ai requisiti minimi aggiungendo esempi e rielaborazioni personali        
Analisi L’analisi è stata completamente trascurata L’analisi è stata appena abbozzata L’analisi è attinente a quanto sviluppato L’analisi è stata attinente e approfondita        
Definizione Case/Stories Completamente assenti Poco numerose e non descrivono in maniera completa le possibilità che si possono verificare Descrivono tutte le attività che di norma coinvolgono il software Descrivono tutte le attività e i casi difficili che si possono verificare        
Diagramma E/R Monotabulare o quasi Poco corrispondente alla realtà proposta Pertinente alla realtà proposta Pertinente e normalizzato        
Rispetto tempi e costi Tempi non rispettati Tempi rispettati sacrificando parte del progetto Tempi rispettati Tempi rispettati senza bisogno di alcun aggiustamento        
Presentazione La presentazione è scarna e superficiale La presentazione è scarna e non mostra tutte le peculiarità del progetto La presentazione è pertinente e mostra tutte le peculiarità del progetto La presentazione mostra approfonditamente tutte le peculiarità del progetto        
Padronanza del linguaggio Lo studente dimostra di dare poca importanza alla velocità con cui si esprime, al tono della voce, alla grammatica e/o lascia scorrere la presentazione intervenndo raramente Lo studente usa la giusta velocità e la tonalità per la voce, ma usa un linguaggio povero e poco corretto. Lo studente si espirme un po’ troppo velocemente/lentamente e/o con voce troppo bassa/alta, ha un uso accettabile della grammatica. Lo studente esprime in modo correttocon la giusta velocità e con adeguato tono di voce.        
Cooperazione Lo studente non partecipa allo sviluppo del progetto Lo studente partecipa, meno degli altri  allo sviluppo del progetto Lo studente partecipa, come gli altri  allo sviluppo del progetto Lo studente partecipa, più degli altri  allo sviluppo del progetto        
Organizzazione Il pubblico non riesce a seguire la prensetazione perché l’informaizone non è organizzata in modo sequenziale Il pubblico ha talvolta difficoltà nel seguire la presentazione che spesso viene svolta in modo destrutturato Il pubblico segue la presentazione perché l’informazione è organizzata in modo logico e sequenziale Il pubblico segue la presentazione perché l’informazione è presentata in modo logico e interessante        
Analisi dei rischi I rischi non sono valutati Valutazione incompleta e frammetaria dei rischi Valutazione presente e pertinete Valutazione presente, pertinete e approfondita        
Test di controllo Test assenti I test non coprono tutto il codice I test coprono tutto il codice ma non tutti i casi possibili I test coprono tutto il codice e tutti i casi possibili        
Documentazione cartacea Documentazione assente Documentazione povera e frammentaria Documentazione completa Documentazione ricca e approfondita        

Tags: , , , ,

Reply

Copyright © 2019 I sensi nascosti All rights reserved. Theme by Laptop Geek.