Lettera aperta al ministro Brunetta

Posted by castronuovo on Dec 11, 2009 in Scuola, Sociale |

Inviato a r.brunetta@governo.it
Il 12 dicembre 2009 ore 18.14

Chiarissimo Signor Ministro,
sono oggi a scriverle per farle presente il mio caso (e forse lo stesso di migliaia di insegnanti precari come me).
Io sono una docente precaria di informatica delle scuole superiori nella provincia di Forlì-Cesena.
Ho una splendida bambina di due anni e mezzo che frequenta il nido comunale in Forlì (pagando una retta di circa 270€) e per fortuna mio marito lavora presso l’università di Bologna con uno stipendio medio di scarsi 1200€  (lui è praticamente l’unico responsabile informatico del suo dipartimento – livello D).
Sono ormai quattro anni che frequento la SSIS (due anni per abilitarmi in informatica a Modena, un anno per abilitarmi in matematica a Bologna e adesso un ultimo anno per abilitarmi sul sostegno sempre a Bologna) con tutte le spese che ne conseguono. Tutto sommato comunque siamo sempre riusciti “a sbarcare il lunario a fine mese” e a non far mancare mai nulla alla nostra bambina. Per fortuna io non cresco più e quindi riesco a risparmiare evitando acquisti per il rinnovo del guardaroba anche grazie all’aiuto di una vicina che mi aiuta a rammendare il possibile.
Nel mese di novembre purtroppo mi sono ammalata con febbre alta e sono stata costretta a letto per 4 giorni (dal mercoledì al sabato).
Oggi mi è stato consegnato il cedolino del mese di novembre: 875,41€ di cui 53,75€ di trattenute per malattia.
Ai vostri occhi potrebbe apparire una cifra irrisoria ma le assicuro che invece nel mio bilancio familiare molto probabilmente se non riesco a rimediare in qualche modo (mio padre è morto e i genitori di mio marito non navigano nell’oro) si trasformerà nel tagliare sul regalo della bambina facendolo diventare da un giochino (adora Pippo e Topolino) ad un sacchetto per le caramelle ricavato da un cuscino.

Tanto premesso chiedo scusa fin da oggi ai miei alunni, ai loro genitori ed ai colleghi ma purtroppo ho appena realizzato che non mi posso permettere di ammalarmi e che quindi la prossima volta (spero basta per quest’anno) che mi ammalerò continuerò comunque a presentarmi a scuola. Sono cosciente del fatto che è poco corretto e igienico recarmi a scuola col rischio di infettare tutti, ma del resto la mia prima responsabilità è verso mia figlia e quei 50€ che per tanti possono essere irrisori per me si possono trasformare in un incubo.
E pensare che il giovedì era anche il mio giorno libero.

Con la presente le auguro un sereno Natale
Prof.ssa Vincenzina Catronuovo

Tags: , , ,

1 Comment

carmela
Jan 14, 2010 at 9:49 pm

Ho letto tutti i tuoi lavori sono perfetti ed io sono sempre più orgogliosa di te.Ti faccio un in bocca al lupo sia come docente che come critica e scrittrice.
Un bacio mamma
Un forte abbraccio alla piccola Aurora.


 

Reply

Copyright © 2018 I sensi nascosti All rights reserved. Theme by Laptop Geek.